Riforma dello sport: è arrivata l'approvazione

Banner NEXT 2021

 

È arrivata l'approvazione da parte del Consiglio dei Ministri dei cinque decreti legislativi per l'attuazione della riforma dello sport, presentati da Vincenzo Spadafora quando era ministro del secondo governo Conte. Come noto, se l'approvazione non fosse arrivata entro il 28 febbraio, la riforma sarebbe decaduta e l'iter sarebbe ripartito dall'inizio.

Tra i provvedimenti più importanti figura la regolarizzazione dei lavoratori sportivi ai quali, dal 22 luglio 2022, verranno versati i contributi previdenziali per i compensi superiori ai 10.000 euro annuali, dunque al di fuori dell'area esentasse. Tra 5 anni sarà invece in vigore l'abolizione del vincolo sportivo, ovvero l'obbligo per gli atleti di svolgere attività sportiva agonistica solo per conto della società per la quale è tesserato, non potendo quindi praticare lo stesso sport con altra società.