Piscine e turismo, via all’autodichiarazione per il bonus locazioni

Il modello denominato “Credito d’imposta in favore di imprese turistiche per canoni di locazione di immobili Autodichiarazione attestante il possesso dei requisiti e il rispetto delle condizioni e dei limiti previsti dalle sezioni 3.1 e 3.12 del Temporary Framework”, approvato poco meno di due settimane fa, può essere inviato per accedere al credito d’imposta locazioni per imprese turistiche.

L’11 luglio, infatti, si è aperta la finestra temporale per inoltrare l’autodichiarazione, che si chiuderà il 28 febbraio 2023. Il credito d’imposta per gli affitti degli immobili ad uso non abitativo è destinato alle imprese turistiche e ai gestori di piscine (codice Ateco 93.11.20) per i canoni di locazione versati per i mesi di gennaio, febbraio e marzo 2022, a condizione che i beneficiari abbiano subito una diminuzione del fatturato o dei corrispettivi nel mese di riferimento dell’anno 2022 di almeno il 50% rispetto allo stesso mese dell'anno 2019.

Per le imprese che hanno attivato una partita Iva per proseguire l’attività del de cuius o effettuato una trasformazione aziendale o che intendono comunicare la cessione del credito al locatore, invece, l’autodichiarazione dovrà essere inviata dal 15 settembre 2022, mentre rimane invariata la chiusura della finestra il 28 febbraio 2023.

Negli stessi periodi è possibile presentare una nuova autodichiarazione in sostituzione di quella precedente o presentare la rinuncia integrale al credito d’imposta. La trasmissione del documento dovrà avvenire in maniera telematica, attraverso i canali dell’Agenzia delle Entrate.

 

Per maggiori informazioni:

Bonus locazioni turismo e piscine, da oggi via libera all’autodichiarazione
Bonus locazioni imprese turistiche, autodichiarazione dall’11 luglio