Piscine Castiglione a Parigi 2024: fiore all'occhiello italiano

Lo scorso 24 giugno si è tenuta presso il Mandarin Oriental Hotel di Milano la conferenza stampa organizzata da Piscine Castiglione per presentare la sua partecipazione alle Olimpiadi di Parigi 2024 con il marchio Myrtha Pools. Oltre all’amministratore delegato Roberto Colletto, all’incontro sono intervenuti Filippo Magnini, ex-campione di nuoto e Ambassador dell’azienda di Castiglione delle Stiviere, e l’ex showgirl Giorgia Palmas nella veste di conduttrice.

Con questa sesta Olimpiade, Myrtha Pools ha battuto il suo precedente record di 18 vasche stabilito ai Giochi di Rio del 2016: come ha sottolineato Colletto, a Parigi sono state installate 24 piscine modulari in acciaio inox (3 temporanee e 21 permanenti), che saranno utilizzate per tutte le discipline acquatiche olimpiche – come nuoto, nuoto sincronizzato, tuffi, pallanuoto e sessioni di allenamento. Incaricata dei lavori di progettazione, installazione e manutenzione, Piscine Castiglione avrà come proprio fiore all’occhiello la vasca da 70 m dell’Olympic Aquatic Center, l’unica struttura sportiva permanente a essere costruita per le Olimpiadi 2024 insieme al Climbing Wall di Le Bourget. Utilizzata per le gare di tuffi, pallanuoto e nuoto artistico, questa piscina in acciaio inossidabile (nella foto) è stata appositamente studiata per garantire la massima modularità per tutte le discipline olimpiche e gli utilizzi futuri. Con i suoi 70 m di lunghezza e 25 m di larghezza, è la più grande in Francia e in Europa di questa tipologia.

La vasca da 70 m dell'Olympic Aquatic Center
La vasca da 70 m dell'Olympic Aquatic Center


Mentre l’Olympic Aquatic Centre diventerà, al termine dei Giochi, il più grande centro di allenamento per i tuffi in Francia aperto al pubblico, le altre piscine saranno smontate, riconfigurate e reinstallate nei cosiddetti “siti comunitari” della Legacy sempre a cura di Myrtha Pools. Criteri come la modularità sostenibile e il riutilizzo a lungo termine delle strutture sono stati adottati in fase progettuale per garantire semplificazione gestionale, sicurezza per gli atleti e risparmi significativi sul piano idrico ed energetico.

Tra le altre installazioni, vanno menzionate le due vasche temporanee da 50 metri dell’Arena Paris La Défense – una per le gare di nuoto olimpico e paralimpico, l’altra per il riscaldamento per gli atleti.

“La nostra esperienza passata con le Olimpiadi e la nostra attuale collaborazione con Parigi 2024 ci permettono di essere sempre un passo avanti e di anticipare ciò che verrà”, ha puntualizzato Colletto. “Credo sia giusto dire che, grazie a questa partnership, abbiamo accelerato a tal punto da guadagnare diversi anni di ricerca e di sviluppo tecnologico. Penso soprattutto agli sforzi che abbiamo fatto per portare l’efficienza energetica delle nostre strutture ai massimi livelli: economia circolare, uso di materiali riciclati e riciclabili e soluzioni tecnologiche a basse emissioni di CO2.”

Fondata nel 1961 da Giorgio Colletto, Piscine Castiglione oggi conta oltre 350 dipendenti ed esporta in 70 Paesi, con un fatturato 2023 di 108 milioni di euro.

 

Video Url