Parigi 2024: l’Aquatics Centre è l'investimento green di valore francese

L’Aquatics Centre, unico impianto sportivo permanente costruito per le Olimpiadi di Parigi sotto l'autorità della Metropole du Grand Paris, sarà a bassa emissione di carbonio e i materiali di costruzione saranno interamente a base biologica. Sia il tetto che le strutture di legno sono pensate per integrarsi con l’ambiente in un contesto il più naturale e verde possibile.

Con un tetto di 5.000 mq coperto di pannelli fotovoltaici, sarà autonomo energeticamente. Gli arredi interni saranno realizzati con materiali riciclati e prodotti in Francia per dimostrare la competenza del Paese in materia di prestazioni ambientali. Collegato al vicino Stade de France attraverso un ponte pedonale che attraversa l'autostrada A1, rappresenta un importante investimento pubblico per Seine Saint Denis, oggi gravemente carente in tema di strutture sportive.

L'inedita configurazione dell'Aquatics Centre sarà modulare: potrà passare da una struttura da 5.000 posti durante le Olimpiadi a una da 2.500 posti per ospitare eventi di quartiere in seguito. Dalle lezioni di nuoto all'uso ricreativo e alle competizioni di alto livello, l'Aquatics Centre sarà multifunzionale.

A partire dal luglio 2025, diventerà un vasto impianto polisportivo aperto a tutti, con due piscine da 50 m e 25 m, un'area fitness, un'area boulder, una sezione di paddle tennis e campi per gli sport di squadra. Avrà anche un pavimento regolabile atto a corsi di nuoto per neonati e bambini, ma non solo.

L’Aquatics Centre significa più di questo: sarà infatti la struttura all'avanguardia che la comunità natatoria francese attendeva da decenni. La Federazione Francese di Nuoto sarà in grado di ospitare gare nazionali e internazionali nelle quattro discipline indoor. Verrà fornita anche una struttura di allenamento per i principali atleti francesi e sarà soprattutto la sede del centro di immersione del Paese.