L'arch. Apostoli parla del futuro del benessere

Presente all’ultima edizione di Cosmoprof Worldwide Bologna per promuovere la sua recente collaborazione con Nilo Spa Design, l’architetto Alberto Apostoli ha rilasciato un’interessante intervista che ha fatto luce sulla situazione attuale del mercato del benessere. Riguardo al mondo delle spa e delle cabine trattamenti – per rimanere in tema con l’innovativa cabina modulare Eterea –, Apostoli ha chiarito che "dopo due anni di fermo, oggi il mercato del benessere è cresciuto e sta crescendo a livello globale in maniera veramente molto importante, sia a livello professionale, sia a livello domestico, per cui il segnale è molto positivo. La cabina rimane la business unit più produttiva della spa, per cui è l’oggetto su cui investire e, giustamente, gli imprenditori conoscono l’importanza della cabina, della funzionalità che deve avere e delle emozioni che deve dare. È una componente essenziale, un po’ come l’acqua, che è la seconda gamba su cui si poggia qualsiasi progetto di benessere".

Cosa ci dobbiamo aspettare nei prossimi 10 anni dal settore? L’architetto Apostoli sottolinea che "la componente che più crescerà nel futuro sarà proprio la componente ‘mente-spirito’. Il corpo è diventato un asset importante, oggi le persone hanno compreso che il vero lusso è investire su se stessi, lo abbiamo capito negli ultimi 2 anni, ma lo capiremo ancora meglio. La vera ricchezza – specifica Apostoli – è la salute, intesa non solo come stato fisico, ma anche mentale, psico-fisico e spirituale, quindi il benessere è destinato assolutamente a crescere. La cabina è il luogo in cui tutto questo diventa non solo profitto, ma anche esperienza da ricordare, portarsi a casa. Nelle spa ovviamente ci sono aree molto più emozionali e molto più estese, però la vera componente corpo-anima-mente è in cabina. E la cabina del futuro sarà sempre più multisensoriale".

Cabina Eterea realizzata dall'architetto Alberto Apostoli in collaborazione con Nilo Spa Design

La cabina Eterea, presentata al Cosmoprof 2022, nasce dalla concezione che il mondo del benessere è sempre più vicino alla componente mentale e spirituale. "Volevo creare un qualcosa che non fosse eccessivamente pesante, strutturato, anche nel nome – spiega Apostoli –. 'Etereo' è un po’ meno corpo e un po’ più spirito. Ed è una tendenza assoluta nel settore. Il nome nasce, appunto, da questo". Senza dimenticare poi che gli elementi che compongono la cabina Eterea sembrano fluttuare grazie all’illuminazione molto particolare e sensoriale, che li fa quasi galleggiare. "Eterea come una nuvola", per riportare le parole dell’architetto Apostoli.

 

Guarda l'intervista completa all'architetto Alberto Apostoli realizzata da Elena Maletti in occasione di Cosmoprof Worldwide Bologna 2022.

Video Url