La piscina del Trullo

Se la guardassimo dall’alto, probabilmente la crederemmo dipinta dall’illustre mano di Edward Hopper. Il suggestivo contrasto di colore generato dall’acqua della piscina, dal paesaggio fertile della Valle d’Itria e dalla pietra bianca del trullo secolare eleva il contesto al livello di scenografia, come uno di quei fondali mozzafiato che fanno da cornice a una pellicola cinematografica.

In realtà, è la sapiente mano della natura a portare enfasi agli elementi artefatti, in primis la piscina, così estremamente limpida da risultare quasi magnetica, una sorta di punto di fuga che pone in prospettiva l’intero paesaggio. Incorniciata con la pietra chiara tipica del luogo, la piscina, che si trova presso il Trullo Giulio, è stata progettata dall’architetto Francesco Donnaloia di Firenze e ha uno stile Infinity (con una vasca di compenso) che si integra perfettamente nel terreno che la accoglie, tanto da divenire un tutt’uno con l’ambientazione di contorno.

Immersa tra oltre 16 mila metri di mandorli, ulivi e una terra inconfondibilmente rossa, il marchio di una valle tra le più belle d’Italia, misura 12 × 6 metri e ha tre livelli di profondità, con un’area wellness dotata di idromassaggio, così da garantire non solo il benessere fisico assicurato dall’acqua, ma l’emozione indimenticabile di immergersi in una location da sogno, spirituale, mentre i sensi vengono catturati dal profumo del gelsomino, dell’alloro e del rosmarino, che crescono proprio attorno all’invaso.

Per quanto riguarda la vasca, rivestita con un intonaco Mapei idrorepellente che mette in risalto le caratteristiche del paesaggio d’intorno, il primo livello, la spiaggetta per i bambini, ha una profondità di 20 centimetri, il secondo livello, per i giochi in acqua, ha una profondità di 100 centimetri e il terzo livello, perfetto per tuffarsi, è profondo 200 centimetri. Il sistema di purificazione dell’acqua, poi, funziona a base di sale e ha diversi sistemi di filtraggio, oltre a un controllo automatico del pH. Per godere del benessere dell’acqua anche al chiaro di luna, infine, la piscina, dotata di un ampio solarium, ha un impianto di illuminazione composto da due fari di profondità e quattro fari mini per le zone basse.