Il problema della disinfezione dell’acqua di piscina

Alcuni dati raccolti e analizzati negli Stati Uniti dalla società di gestione della qualità dell'acqua delle piscine, iopool rivelano un problema non da poco: il 77% delle piscine non è adeguatamente disinfettato secondo la misurazione iniziale del sensore proprietario utilizzato da iopool.

Il problema della qualità dell'acqua delle piscine non si limita all'estetica o al comfort dei bagnanti, ma è anche soprattutto un problema di salute pubblica nonché culla prediletta per batteri e alghe.

Il Dipartimento di Sanità Pubblica della California (Division of Communicable Disease Control, DCDC) ha recentemente lanciato un allarme sulle piscine trascurate come vettori del virus del Nilo occidentale (WNV). Senza arrivare alla negligenza, inutile ripetersi, anche piccoli problemi di manutenzione possono talvolta portare a squilibri significativi.

"Anche se l'acqua sembra blu e cristallina, non significa che tutto vada bene. Spesso gli utenti della piscina si preoccupano della manutenzione solo quando l'acqua diventa verde, ma il problema avrebbe potuto essere individuato prima", queste le allarmanti parole di Romain Trigaux, Chief Operating Officer (COO) di iopool.

La causa principale di questa mancanza di disinfezione è l'errato bilanciamento del pH, che rappresenta esattamente il 58% dei casi. Un'altra causa a volte meno conosciuta è l'eccessiva stabilizzazione, che rappresenta il 24% dei casi di scarsa disinfezione.

"Per migliorare la qualità dell'acqua leggermente verde, o anche solo per questioni di sicurezza, i proprietari delle piscine spesso aggiungono istintivamente il cloro, a volte un po' alla cieca", spiega Trigaux.

"Il problema è che la maggior parte delle pastiglie di cloro che si trovano nei negozi sono pastiglie di cloro stabilizzato. Quindi, più cloro si aggiunge, più stabilizzatore si aggiunge. È necessario e utile per garantire che il cloro non evapori troppo rapidamente sotto i raggi UV. Ma in quantità eccessive, lo stabilizzatore impedisce al cloro di funzionare correttamente".

In definitiva, l'aggiunta di cloro provoca l'effetto opposto e la piscina diventa verde nonostante un livello di cloro elevato. L'aggiunta di cloro senza stabilizzatore è ciò che iopool consiglia ai proprietari di piscine in queste situazioni.

"È molto importante identificare in tempo questa sovrastabilizzazione per regolare il trattamento il prima possibile. Il rischio, se si aspetta troppo, è che l'acqua diventi verde. A quel punto, è già troppo tardi e il proprietario della piscina non avrà altra scelta se non quella di svuotare e riempire nuovamente la vasca".

Dopo l'utilizzo del sensore iopool il tasso complessivo di disinfezione impropria è riuscito a scendere dal 77% (media delle prime misure del sensore) al 32% (media delle ultime misure del sensore).